La cottura della carne TIC TAC: dalla pendola alla pentola

Pubblicato il %s

Oltre che la riproduzione del rumore di una pendola e oltre che il nome di una mentina prodotta da un’azienda dolciaria piemontese, la locuzione “tic-tac” nel gergo culinario familiare indica una cottura della fetta di carne in padella o, meglio, sulla piastra, di brevissima durata. “Tic” da un lato, e “tac” dall’altro, in una sequenza non proprio sovrapponibile a quella di una pendola ma comunque molto breve.

Uno dei migliori modi per cuocere la Carne di Razza Piemontese

E’ questa la forma di cottura adatta alla carne di Razza Piemontese che, per il suo bassissimo contenuto in grasso, rischia di asciugarsi se trattenuta a lungo sul fornello.

La tenerezza per cui si distingue da altre carni le permette di arrivare nel piatto ancora piacevolmente masticabile, ma non bisogna abusare di questo suo talento. Ai ferri, al burro, impanata o in scaloppina, dunque, andiamo a tutto gas, ma per brevissimo tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *